Vari argomenti

Guida a tutti i tipi di pensione 2022 in Italia!

Sono di molti diversi tipi di pensioni 2022 erogate dal sistema pubblico italiano. Ogni prestazione pensionistica può dipendere da numerose caratteristiche, e prime fra tutte sono l’età del pensionando e gli anni di contributi versati.

Ma come funziona quindi il sistema pensionistico italiano? Scopriamo insieme tutti i tipi di pensione 2022!

Da cosa dipende la pensione?

Ciascuno dei diversi tipi di pensione 2022 dipendono da dei requisiti ben precisi che possono essere riassunti come:

  • genere dell’avente diritto;
  • condizione di eventuale inabilità al lavoro;
  • situazione di necessità;
  • attività lavorative logoranti;
  • avvio precoce dell’attività lavorativa (prima di 19 anni).

Quanti tipi di pensione ci sono in Italia?

A dare le pensioni è l’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (INPS), che in Italia eroga diversi tipi di pensione 2022 sulla base di diverse caratteristiche che hanno gli aventi diritto.

Andando più nel dettaglio, le prestazioni pensionistiche dipendono da:

  1. gestione o fondo di appartenenza degli iscritti;
  2. requisiti contributivi dell’avente diritto;
  3. requisiti anagrafici;
  4. genere di appartenenza;
  5. eventuale inabilità.

Vediamo ora alla volta le varie prestazioni erogate dall’INPS, previste dalle leggi vigenti.

1. Pensione di vecchiaia 2022

Età della pensione Italia 2022

Dal 2019 l’età per la pensione di vecchiaia è stata messa a 67 anni per tutte le categorie. Anche quindi l’età di pensione di vecchiaia donna 2022 è sempre 67 anni!

Nel decreto ministeriale del 5.11.2019 è stata confermata l’età di 67 anni anche per il biennio 2021-2022, quindi fino a quest’anno l’età non cambia, e ciò a causa dei rilevamenti ISTAT che non hanno registrato un incremento della speranza di vita.

Requisiti pensione Italia 2022

Al requisito anagrafico dell’età si somma il requisito contributivo di 20 anni: per raggiungerlo sono validi i contributi lavorativi e quelli versati per tutte queste diverse cose:

  • riscatti di laurea,
  • accrediti gratuiti del servizio militare ,
  • contribuzione figurativa correlata alla indennità di disoccupazione Naspi
  • maternità.
Leggi anche:  Tipologie di pensioni in Italia in base ai diversi parametri previsti dalla legge

I 20 anni possono essere raggiunti sommando contributi versati in tutte le gestioni Inps o anche alle Casse professionali, ma solo in periodi non coincidenti.

2. Pensione anticipata 2022

Un altro dei tipi di pensione 2022, la pensione anticipata è quell’opportunità dei medesimi lavori elencati per la pensione di vecchiaia di poter avere la prestazione pensionistica prima dei 67 anni.

L’opzione non è infatti legata in questo caso all’età anagrafica, ma agli anni contributivi.

Per la pensione anticipata nel 2022 sono richiesti:

  • 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini;
  • 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne.

C’è anche un particolare importante, ovvero chi rientra nel sistema interamente contributivo (ha iniziato a versare i contributi dal 1996) avrà un’opzione di pensione anticipata in più e potrà ritirarsi dal lavoro con 64 anni di età e 20 anni di contributi, ma dovrebbe aver maturato un assegno previdenziale di importo pari o superiore a 2,8 volte l’assegno sociale (1.288,78 euro nel 2021).

Anche la pensione anticipata fa parte quindi dei tipi di pensione contributiva.

3. Pensione per i lavoratori precoci

È una prestazione economica erogata, su domanda, a tutti i lavoratori che possono far valere 12 mesi di contribuzione effettiva antecedente al 19° anno di età (c.d. lavoratori precoci), e che si trovano in determinate condizioni indicate dalla legge e hanno, entro il 31 dicembre 2026, 41 anni di contribuzione.

4. Pensione donna 2022 con o senza contributi

La pensione Opzione donna è un beneficio che è stato creato per le lavoratrici di ottenere la pensione di anzianità con requisiti anagrafici più favorevoli.

E’ bene ricordare che si tratta di un regime sperimentale che è stato nuovamente prorogato per il 2021/2022.

Questi sono i requisiti:

  • 58 anni di età se dipendenti, 59 per le lavoratrici autonome;
  • 35 anni di contributi.

L’assegno pensionistico potrebbe però subire un taglio anche a doppia cifra rispetto alla prestazione ordinaria, dal momento che l’assegno viene ricalcolato interamente con il sistema contributivo.

Pensione Opzione Donna 2022: come funziona e quali sono i requisiti – VIDEO

Ecco un video che vi spiega tutto sul Pensione Opzione Donna 2022

5. Quota 100

Dal 1° gennaio 2019, c’è stata una new entry ancora valida anche tra i tipi di pensione 2022, ed è così stata introdotta una nuova possibilità di pensionamento anticipato, in via sperimentale, al raggiungimento di un’età anagrafica di almeno 62 anni e di un’anzianità contributiva minima di 38 anni, definita appunto la famosa «pensione Quota 100».

Leggi anche:  Carta d’identità non valida per l’espatrio 2022 | Stranieri d'Italia

Possono conseguire la pensione “Quota 100” le lavoratrici e i lavoratori che hanno una contribuzione versata nell’assicurazione generale obbligatoria, nelle forme esclusive e sostitutive gestite dall’Inps e nella Gestione separata dei cosiddetti parasubordinati.

La norma però esclude le forme previdenziali che sono diverse come per esempio: Casse libero professionali, Fondo esattoriali, Inpgi, Fondo Clero, ecc.

6. Ape sociale

E’ stata confermata per tutto il 2021 la sperimentazione sull’APE sociale, ovvero un’indennità che viene data finché non si arriva ai requisiti pensionistici normali.

E’ dedicata ai soggetti che si trovano in particolari condizioni di necessità che maturano il requisito di età (63 anni e 5 mesi) tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2021.

Per avere il beneficio, bisogna rientrare in una delle categorie previste per legge che sono:

  • disoccupati che da almeno 3 mesi abbiano esaurito la prestazione per disoccupazione loro spettante;
  • lavoratori che assistono da almeno 6 mesi il coniuge o un parente di primo grado con disabilità grave;
  • lavoratori affetti da riduzione della capacità lavorativa almeno pari al 74%;
  • lavoratori che da almeno 6 degli ultimi 7 anni di lavoro, svolgono in maniera continuativa una delle 15 professioni difficoltose e rischiose previste dalla normativa.

Si richiede un’anzianità contributiva minima di 30 anni.

Per la pensione donne con figli è previsto una riduzione del requisito contributivo per l’accesso al beneficio, pari a 12 mesi per ciascun figlio, per un massimo di 24 mesi – la cosiddetta APE sociale donna.

Pensione minima in Italia 2022

Ovviamente non possiamo non citare anche la caratteristica, tra tutti i tipi di pensione 2022 in Italia, della pensione minima che è di 535,86 euro.

La pensione minima a partire da novembre 2022 aumenterà quindi del 2,2 per cento da 524,34 a 535,86 euro.

Ti invitiamo a leggere quedto articolo: Proposta per pensione minima a 1000 euro: si può fare? 

Ecco un utile video per capirne di più su tutti i tipi di pensione 2022:

I nostri visitatori hanno letto anche:

Articoli Correlati

Back to top button