Vari argomenti

Modulo bonus 150 euro Pdf inps: fac simile Pdf e Word

autodichiarazione bonus 150 euro pdf inps: ecco come compilarlo

Dove posso scaricare il Modulo bonus 150 euro pdf? e come posso compilarlo? In questa guida vi presentiamo il modulo autodichiarazione bonus 150 euro e tutte le istruzioni su come poter ottenere questo sussidio!

La novità del bonus 150 euro ha interessato molti di noi, e a quanto pare sarà necessaria una nuova autodichiarazione per ricevere questo bonus destinato a lavoratrici e lavoratori dipendenti.

Bonus 150 euro INPS cos’è?

Il bonus 150 euro inps, che verrà erogato a novembre a pensionati/e, lavoratori e lavoratrici pubblici e privati, è un sussidio pensato per determinate categorie di lavoratori.

A introdurre questa nuova indennità è stato l’uscente governo Draghi con il Decreto Aiuti Ter.

Il bonus 150 euro INPS è destinato alle categorie di dipendenti in possesso di determinati requisiti, da certificare in alcuni casi con una autodichiarazione bonus 150 euro PDF.

Autodichiarazione bonus 150 euro PDF

Bonus 150 euro quando viene erogato?

Il nostro bonus 150 euro da presentare tramite autodichiarazione bonus 150 euro INPS, verrà erogato una sola volta a novembre.

E’ quindi un sussidio definito una tantum, ovvero che viene dato una sola volta.

L’obiettivo è quello di aiutare i cittadini in difficoltà ad affrontare la forte crescita dei prezzi, tra carburante, aumento delle bollette e spesa.

Forse il provvedimento potrebbe contenere un nuovo bonus di 150 euro da erogare però nel mese di dicembre 2022, assieme alle tredicesime.

Chi può ottenere il bonus 150 euro novembre?

A beneficiare del bonus 150 euro INPS saranno 22 milioni di italiani con reddito inferiore a 20 mila euro.

Ne beneficeranno anche gli incapienti, per questo il modello di autodichiarazione riguarda molti di loro che dovranno farselo compilare dal datore di lavoro. La somma arriverà poi in busta paga.

La dichiarazione per i dipendenti va effettuata tramite autodichiarazione bonus 150 euro PDF .

Bonus 150 euro INPS a chi spetta?

Ecco la lista dei possibili beneficiari del bonus 150 euro:

  • lavoratori dipendenti;
  • titolari di pensione, assegno sociale, pensioni di invalidità e trattamenti di accompagnamento alla pensione;
  • lavoratori autonomi;
  • lavoratori domestici
  • lavoratori stagionali;
  • co.co.co.;
  • dottorandi e assegnisti di ricerca iscritti alla Gestione Separata;
  • lavoratori dello spettacolo;percettori RdC;
  • percettori di Naspi e Dis-Coll a novembre 2022;
  • percettori di disoccupazione agricola;
  • autonomi senza partita Iva titolari di contratti d’opera nel 2021;
  • incaricati alle vendite a domicilio;
  • coloro che hanno beneficiato nel 2021 delle indennità per lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti termali, dello spettacolo e dello sport.
Leggi anche:  Guida a tutti i tipi di pensione 2022 in Italia!

Bonus 150 euro requisiti

Ci sono diverse categorie che hanno accesso al bonus INPS 150 euro, e ci sono quindi anche diversi requisiti da rispettare per poter fare la richiesta bonus 150 euro.

Il requisito necessario per i dipendenti è che non superino una retribuzione imponibile a novembre 2022 non superiore a 1.538 euro. Vediamo nel dettaglio.

Bonus 150 euro requisiti dipendenti

Parlando di lavoratori dipendenti, ad esclusione di quelli con rapporto di lavoro domestico, possono accedere al sussidio una tantum quelli che:

  • dimostrano di avere una retribuzione imponibile a novembre 2022 non superiore a 1.538 euro,
  • sono inclusi anche i lavoratori interessati da eventi con copertura di contribuzione figurativa integrale Inps.

Non è necessaria, infatti la verifica del diritto a fruire dell’esonero dello 0,80% della quota IVS.

Bonus 150 euro requisiti pensionati

Dato che anche i pensionati hanno diritto al bonus 150 euro, vediamo i requisiti:

  • essere residenti in Italia
  • essere titolari di pensione o assegno sociale,
  • essere titolari di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti,
  • essere titolari di trattamenti di accompagnamento alla pensione,
  • avere un reddito personale assoggettabile ad IRPEF, al netto dei contributi previdenziali e assistenziali, non superiore a 20 mila euro per il 2021.

Ma chi deve presentare il Modulo bonus 150 euro inps?

Il modulo autodichiarazione bonus 150 euro PDF sarà presentato dai dipendenti del privato, e saranno proprio loro a doverla presentare allo stesso datore di lavoro che dovrà poi ad mandarla all’INPS che a sua volta erogherà il bonus 150 euro.

Modulo autodichiarazione bonus 150 euro pdf come compilarlo

Quindi se dovete presentare autonomamente il modulo bonus 150 euro pdf INPS, ecco come fare.

Bonus 150 euro richiesta – Modulo bonus 150 euro pdf  e word download

In questa autodichiarazione bonus 150 euro modello andrà dichiarato:

  • di non essere titolare di uno o più trattamenti pensionistici (perché in questo caso sarà l’Inps a erogare la somma),
  • che all’interno del proprio nucleo familiare non vi sono beneficiari del Reddito di Cittadinanza,
  • di non aver chiesto la percezione dei 150 euro ad altro datore di lavoro.

Questa autodichiarazione bonus 150 euro fac simile dovrà essere compilata in tutte le sue parti e consegnata al datore di lavoro.

Il modulo bonus 150 euro pdf va compilato in tutte e 3 le sue parti e firmato, poi consegnato al datore di lavoro che penserà a inoltrarlo all’INPS.

Bonus 150 euro INPS domanda online

Non è possibile presentare online all’INPS la domanda per il bonus 150 euro. Non esiste uno sportello dedicato.

Quando arriva il bonus 150 euro?

l pagamento del bonus 150 euro, ad integrazione del bonus 200 euro, sarà automatico per gran parte dei beneficiari e avverrà a novembre 2022.

Leggi anche:  Area B Milano: mappa pdf 2022

Pagamento bonus 150 euro automatico

Si tratta, in particolare:

  • dei dipendenti privati e pubblici, che lo riceveranno nella busta paga di novembre 2022.
  • I lavoratori dipendenti del settore privato però probabilmente dovranno presentare un’autodichiarazione al proprio datore di lavoro.
  • Quelli del settore pubblico invece, dovrebbero essere esonerati dall’onere dell’autodichiarazione.
  • I pensionati che lo riceveranno nel mese di novembre 2022, ai primi giorni del mese;
  • dei percettori del Reddito di Cittadinanza 2022 che lo riceveranno in automatico, nella mensilità dell’assegno di novembre 2022;
  • dei disoccupati, ovvero percettori di NASPI, DIS – COLL e disoccupazione agricola, in automatico a novembre;
  • dei lavoratori stagionali già beneficiari delle ex Indennità Covid 2021, sempre a novembre;
  • dei lavoratori domestici che lo riceveranno a novembre 2022;
  • dei lavoratori autonomi senza partita IVA;
  • delle collaboratrici e i collaboratori sportivi;

Il bonus arriverà in automatico a coloro che hanno avuto il bonus 200 euro, e inoltre il bonus 150 euro vale per coloro che abbiano beneficiato di uno dei diversi bonus COVID previsti negli anni scorsi.

Bonus 150 euro novembre: video guida

Ecco un video dove potrete trovare una guida passo per passo alla richiesta bonus 150 euro, con annessa autodichiarazione bonus 150 euro pdf!

Pagamento bonus 150 euro autonomi

Se invece avete fatto domanda o dovete fare domande per il bonus 150 euro tramite il modulo bonus 150 euro PDF INPS, il bonus verrà erogato dopo che la richiesta sarà stata inoltrata all’INPS.

In particolare:

  • nel caso di titolari di trattamenti non gestiti dall’INPS, il casellario centrale dei pensionati individua l’Ente previdenziale incaricato dell’erogazione dell’indennità, che verrà erogata nelle stesse modalità, e verrà successivamente rimborsato dall’INPS a seguito di apposita rendicontazione,
  • nel caso dei lavoratori domestici che hanno già percepito i precedenti 200 euro sarà l’Inps a versare il bonus 150,
  • Decreto Aiuti ter non prevede una doppia indennità per i lavoratori autonomi, ma un incremento automatico della precedente: i lavoratori autonomi che hanno diritto al bonus 200 euro e che nel periodo d’imposta 2021 hanno percepito un reddito complessivo non superiore a 20.000, riceveranno direttamente 350 euro,
  • sempre l’Inps erogherà l’indennità anche a: percettori di Naspi e Dis-coll, beneficiari di Reddito di cittadinanza, incaricati alle vendite a domicilio che hanno richiesto il bonus 200 euro, autonomi senza partita Iva titolari di contratti d’opera nel 2021 che hanno richiesto il bonus 200 euro, coloro che hanno beneficiato nel 2021 delle indennità per lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti termali, dello spettacolo e dello sport, disoccupati agricoli.

Se ve la siete persa, potete scaricare il modulo bonus 150 euro pdf fac simile qui.

Leggi anche:

Articoli Correlati

Back to top button