Dcumenti e Moduli

Carnet de Passages en Douane (CPD) per guidare all’estero

In questo articolo, andremo a spiegare il processo di richiesta e rilascio del Carnet de Passages en Douane (CPD) per guidare all’estero.

Il CPD è un documento essenziale per il transito internazionale di veicoli, semplificando il passaggio attraverso le dogane e garantendo la conformità alle leggi doganali.

Vedremo i passaggi chiave per ottenere il Carnet de Passages en Douane per guidare all’estero.

Carnet de Passages en Douane (CPD) per guidare all’estero

E’ un documento che viene rilasciato dall’Automobile Club d’Italia, tramite i club provinciali ed è obbligatorio in molti paesi del mondo poiché permette di importare in regime di franchigia doganale e per un tempo limitato, veicoli privati e commerciali.

l CPD è un documento internazionale che agevola il transito delle vetture attraverso le frontiere di diversi paesi senza dover pagare dazi doganali o tasse temporanee sull’importazione.

Questo rende il Carnet de Passages en Douane estremamente importante per viaggiatori, turisti, e professionisti che devono spostarsi con il proprio veicolo all’estero per motivi lavorativi.

Questo documento viene emesso dalle autorità doganali del paese di residenza del conducente e funge da garanzia per il pagamento delle eventuali tasse e dazi doganali che potrebbero essere applicati al veicolo durante il suo soggiorno temporaneo all’estero.

In questo modo, il Carnet de Passages en Douane semplifica notevolmente il transito attraverso le dogane internazionali e previene inconvenienti finanziari e burocratici per il conducente.

Il Carnet de Passages garantisce al paese nel quale il veicolo è importato, in regime di transito:

“il pagamento dei dazi qualora il mezzo non sia esportato nei termini previsti dai regolamenti che ne disciplinano la materia doganale”

Carnet de Passages en Douane: Dove richiederlo e documenti necessari

Come abbiamo già menzionato prima, Il Carnet de Passages en Douane è rilasciato dall’Automobile Club d’Italia tramite i seguenti Automobile Club Provinciali.

Questi sono i documenti per ottenere il Carnet de Passages en Douane:

  • La fidejussione bancaria o la polizza fidejussoria assicurativa sul valore del veicolo a Garanzia dei dazi doganali con beneficiario Automobile Club d’Italia;
  • La carta di circolazione del veicolo;
  • Il numero del motore (da individuare sul veicolo);
  • Il passaporto (non scaduto) del titolare del veicolo;
  • Il modello di accettazione delle condizioni di rilascio firmato
    (mod. 4 ctd).
Leggi anche:  Modello unilav pdf 2022: cos'è e dove richiederlo

Per ottenere la proroga del Carnet de Passages en Douane, il titolare del documento deve presentare all’associazione che lo ha emesso, una domanda che spieghi le circostanze che lo obbligano a formulare tale richiesta.

Per quanto riguarda i costi del Carnet de Passages en Douane, sono:

  • € 250,00 per i non Soci Aci
  • € 150,00 per i Soci ACI.

A far data dal 01/04/2015 entrano in vigore i seguenti costi supplementari:

  • Emissione nuovo CPD a seguito smarrimento del precedente : € 50,00
  • Istruzione pratica per proroga validità CPD : € 50,00
  • Annullamento CPD per errore comunicazione dati da parte del cliente : € 50,00

Caratteristiche Carnet de Passages en Douane

Il Carnet de Passages en Douane (CPD) è un documento internazionale utilizzato per agevolare il transito di veicoli attraverso le dogane di diversi paesi. Le sue principali caratteristiche includono:

  • Il Carnet de Passages en Douane è stampato in formato A4;
  • E’ redatto in lingua inglese e francese;
  • Sul fronte della copertina sono indicati il nome del titolare, l’associazione che rilascia il documento, la sequenza alfanumerica che lo identifica e il periodo di validità.
  • Sotto compare il logo della Fédération Internationale de l’Automobile (FIA), l’organizzazione che tutela la rete dei paesi che hanno adottato il CPD.
  • Più in basso, tre spazi sono riservati all’autenticazione del documento da parte dell’organizzazione internazionale garante, dell’associazione che rilascia il documento e del titolare dello stesso.
  • Sul retro della copertina, trova posto la descrizione dettagliata del veicolo garantito dal CPD; il riquadro sottostante è destinato all’indicazione dell’eventuale proroga del periodo di validità del documento.
  • Sulla terza di copertina sono spiegate le regole per l’utilizzo del Carnet de Passages en Douane e sulla quarta è trascritto l’elenco completo dei paesi in cui il CPD è riconosciuto.
  • Il Carnet de Passages en Douane contiene 25 o 10 fogli, ciascuno dei quali è formato da una ricevuta d’entrata e d’uscita staccabili e da una matrice che, invece, non è separabile dal libretto. Su ogni ricevuta sono trascritti i dati del veicolo, i dati completi del titolare del carnet, il nome dell’associazione che lo emette e la data di scadenza del documento.
  • L’ultimo foglio del carnet è costituito dal Certificate of Location o Certificat de Présence, necessario per la regolarizzazione del documento nel caso in cui, al momento della riconsegna, il libretto fosse privo dei timbri doganali dei paesi che lo hanno preso in carico.
Leggi anche:  Modulo richiesta allattamento 2022 inps pdf

Per visualizzare il modello :

CLICCA QUI

Dove si usa il Carnet de Passages en Douane?

Il Carnet de Passages en Douane (CPD) è utilizzato principalmente in paesi in cui sono richiesti documenti doganali speciali per il transito temporaneo di veicoli stranieri.

Questi paesi possono variare, ma generalmente includono molte nazioni in Africa, Asia, Medio Oriente e alcune parti dell’Europa.

Ecco alcuni esempi di paesi in cui il CPD è spesso richiesto o utilizzato:

Carnet de Passages en Douane: AFRICA

  • Botswana,
  • Burundi,
  • Egitto,
  • Kenya,
  • Lesotho,
  • *Mauritania,
  • Namibia,
  • Rep. Sudafricana,
  • * Senegal,
  • *Somalia,
  • Sudan,
  • Swaziland,
  • *Tanzania,
  • *Togo,
  • *Uganda,
  • Zimbabwe.

Carnet de Passages en Douane: ASIA

  • Bangladesh,
  • Emirati Arabi Uniti,
  • Giappone,
  • Giordania,
  • India,
  • Indonesia,
  • Iran,
  • Kuwait,
  • Libano,
  • Malesia,
  • *Nepal,
  • Oman,
  • Pakistan,
  • Qatar,
  • Singapore,
  • Sri Lanka,
  • Siria,
  • *Yemen.

Carnet de Passages en Douane: OCEANIA

  • Australia,
  • Nuova Zelanda.

CPD in AMERICA

  • Argentina,
  • Canada,
  • Cile,
  • Colombia,
  • *Giamaica,
  • Paraguay,
  • Perù,
  • Trinidad & Tobago,
  • Uruguay,
  • Venezuela.

CPD in EUROPA

  • Belgio,
  • Danimarca,
  • Finlandia,
  • Grecia

(In questi paesi il CPD è richiesto solo per alcune categorie di veicoli come auto da corsa, ambulanze etc. e non per i veicoli privati e commerciali).

  • Turchia (il CPD è accettato ma in dogana può essere acquistato un altro documento al posto del carnet de passages en douane).

NOTA BENE: È importante notare che i requisiti e l’uso del CPD possono cambiare nel tempo, quindi è fondamentale verificare le esigenze specifiche del paese in cui si intende guidare prima di intraprendere un viaggio internazionale con il proprio veicolo.

Le ambasciate, i consolati o le autorità doganali del paese di destinazione possono fornire informazioni aggiornate sui requisiti del CPD e su come ottenere il documento.

I nostri visitatori hanno letto anche: 

In conclusione, il Carnet de Passages en Douane è un elemento essenziale per chiunque desideri guidare all’estero con il proprio veicolo, facilitando il transito attraverso le frontiere e garantendo la conformità con le leggi doganali internazionali.

Tuttavia, è importante essere informati sulle procedure specifiche del paese di destinazione e rispettare scrupolosamente le condizioni associate al CPD per evitare complicazioni durante il viaggio all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio