Lavoro all'EsteroNovità & News

Presentazione domanda Decreto Flussi 2023: Novità da sapere

Il Decreto Flussi 2023 stabilisce l‘ingresso in Italia di oltre 80.000 lavoratori stagionali, subordinati e autonomi.

Tuttavia, la procedura per presentare la domanda di nulla osta per l’ingresso è stata semplificata dal Ministero dell’Interno, come annunciato nella circolare del 24 febbraio.

In questo articolo, vedremo le principali novità riguardanti l’accesso al portale di domanda e i termini e le istruzioni per l’invio della domanda di nulla osta, così come specificato nella circolare interministeriale n.648 del 30 gennaio 2023.

Decreto Flussi 2023 – Novità 

La procedura di accesso al portale delle domande di nulla osta relative al Decreto Flussi 2023 è stata semplificata. Lo comunica il Ministero dell’Interno tramite la circolare del 24 febbraio. Ogni richiedente può presentare una o più domande accedendo con SPID e non è più necessario fare richiesta di profilazione alla Prefettura

Quindi capiamo che il governo ha semplificato la procedura per presentare domande per lavorare in Italia attraverso il Decreto Flussi 2023.

La novità è stata annunciata nella circolare n.1212 pubblicata dal Ministero dell’Interno il 24 febbraio 2023, e anche il Ministero del Lavoro ha diffuso i chiarimenti.

Secondo la nuova procedura, ogni richiedente può presentare una o più domande accedendo con SPID e selezionando il modello in base alla tipologia di lavoro.

Non ci sarà più un limite massimo di domande presentabili da ciascun richiedente e non sarà più necessario presentare una richiesta di profilazione alla Prefettura. Il sistema informatico profila in maniera automatica alcuni particolari operatori.

Documenti Decreto Flussi 2023

Benvenuti a questo video sulla presentazione dei documenti necessari per il Decreto Flussi 2023. Questo video ti mostra tutti i documenti richiesti per richiedere il nulla osta per lavorare in Italia nel 2023, compresi i modelli di domanda e le istruzioni per l’invio.

Leggi anche:  Reddito di cittadinanza Francia 2022: come funziona?

Ti spiega anche le novità introdotte dal Decreto Flussi 2023 e come la procedura di accesso al portale di domanda è stata semplificata per agevolare i richiedenti.

Se siete interessati a lavorare in Italia nel 2023, non perdete questo video!

Domande Decreto Flussi 2023: accesso semplificato al portale, stop alla richiesta di profilazione!

Il Ministero dell’Interno ha diffuso una circolare il 24 febbraio 2023 riguardo al Decreto Flussi 2023 e alle domande di nulla osta. La circolare è stata condivisa anche dal Ministero del Lavoro, che ha ribadito il contenuto.

Il Ministero dell’Interno ha semplificato il meccanismo di accesso al portale informatico dedicato (ALI), attraverso il quale si presentano le richieste.

Al momento, fino al 22 marzo, è in corso la fase di pre-compilazione delle richieste nel portale. Gli interessati potranno inviare le domande a partire dal 27 del mese.

Il documento afferma che la procedura di accesso al portale ALI è stata semplificata per rendere più agevoli le attività organizzative di utenti e uffici.

Ora, ogni richiedente può accedere tramite SPID e presentare le proprie domande selezionando il relativo modello in base alla tipologia di lavoro ricercato, ad esempio stagionale o subordinato, ma senza dover inviare prima la richiesta di profilazione dell’utente alla Prefettura.

Viene meno anche il limite massimo di domande presentabili da ogni singolo richiedente, precedentemente fissato a 5. Il sistema informatico permette ad ogni utente di completare la richiesta solamente compilando i campi con i dati richiesti dalle disposizioni vigenti.

La profilazione viene effettuata in maniera automatica dal sistema informatico solamente per alcune tipologie di utenti.

Gli elenchi degli operatori da abilitare dovranno essere inviati dalle Direzioni Nazionali dei Patronati e delle Associazioni o Organizzazioni Professionali.

Il sistema informatico riconoscerà in automatico solamente gli utenti comunicati da tali enti, mentre non saranno tenute in considerazione le domande inviate da singoli operatori che si autodichiarano appartenenti a Patronati o Associazioni.

Decreto Flussi 2023: domanda di nulla osta dal 27 marzo

La circolare interministeriale n.648 del 30 gennaio 2023 ha fornito le istruzioni e i termini per l’invio della domanda di nulla osta. Il nuovo Decreto Flussi 2023 prevede l’arrivo in Italia, nel 2023, di 82.705 lavoratori e lavoratrici per lavoro stagionale, subordinato e autonomo.

Leggi anche:  Disoccupazione Francia 2022: tutto ciò che devi sapere

È possibile inviare la domanda per il nulla osta a partire dal 27 marzo e fino al 31 dicembre 2023, o comunque fino all’esaurimento delle varie quote previste.

Un’importante novità riguarda la verifica che i datori di lavoro dovranno effettuare per accertarsi che non ci siano altri lavoratori già presenti sul territorio nazionale disponibili a ricoprire il posto per cui si intende far arrivare personale dall’estero.

La procedura di precompilazione dei moduli di domanda e di invio degli stessi è disponibile sull’apposita piattaforma ALI, accessibile tramite le credenziali SPID, dalle 8:00 alle 20:00 di tutti i giorni della settimana, sabato e domenica compresi.

Cosa devi sapere sul Decreto Flussi 2023: le risposte alle domande frequenti

La sezione FAQ fornisce le risposte alle domande frequenti sul Decreto Flussi 2023, in modo da offrire informazioni utili e pratiche a coloro che intendono presentare domanda per lavorare in Italia.

Cosa prevede il Decreto Flussi 2023?

Il Decreto Flussi 2023 prevede l’ingresso in Italia di oltre 80.000 lavoratori stagionali, subordinati e autonomi.

Quali sono le novità riguardanti l’accesso al portale di domanda?

Secondo la circolare del 24 febbraio, ogni richiedente può presentare una o più domande accedendo con SPID e non è più necessario fare richiesta di profilazione alla Prefettura.

Inoltre, non ci sarà più un limite massimo di domande presentabili da ciascun richiedente.

Quando è possibile inviare la domanda di nulla osta?

È possibile inviare la domanda per il nulla osta a partire dal 27 marzo e fino al 31 dicembre 2023, o comunque fino all’esaurimento delle varie quote previste.

Quali sono le istruzioni per l’invio della domanda di nulla osta?

Le istruzioni e i termini per l’invio della domanda di nulla osta sono stati forniti attraverso la circolare interministeriale n.648 del 30 gennaio 2023.

La procedura di precompilazione dei moduli di domanda e di invio degli stessi è disponibile sull’apposita piattaforma ALI, accessibile tramite le credenziali SPID, dalle 8:00 alle 20:00 di tutti i giorni della settimana, sabato e domenica compresi.

 

Ti invitiamo a leggere la Circolare Decreto Flussi 202 Scopri le ultime novità sul Decreto Flussi 2023! Ti invitiamo a leggere la circolare del Ministero dell’Interno per semplificare le procedure di accesso al portale delle domande di nulla osta.

Clicca Qui

Ti invitiamo a leggere anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio